Cerca:

it
PUC Monte Generoso
Particolarità ambientali
  Flora e Fauna

Flora 

Il Monte Generoso presenta una flora molto ricca che è rappresentata da ca. 800 specie; a confronto in tutto il Cantone Ticino ne troviamo ca. 1900. Le condizioni climatiche favorevoli, il substrato calcareo e il mosaico di diversissimi ambienti (boschi, prati, rocce, etc.) hanno favorito lo sviluppo di una vegetazione che è una delle più preziose del Cantone Ticino. Durante l’ultima glaciazione la sommità del Monte Generoso era libera dai ghiacci.
Ciò ha permesso la sopravvivenza di vegetali provenienti da regioni estremamente diverse: ancora oggi convivono specie originarie della zona artico-alpina (Pinguicula alpina) accanto a piante submediterranee (Asfodelo).
La copertura vegetale è costituita principalmente da boschi.
Nella fascia inferiore dominano il castagno e il carpino comune, nella fascia superiore il faggio. Per lo strato arbustivo ricordiamo particolarmente il corniolo maschio, l’agrifoglio, il pungitopo e i sorbi.
In passato l’uomo ha contribuito alla diversificazione della vegetazione: quasi tutti i prati sono stati creati, secoli fa, mediante disboscamento, per disporre dei pascoli da destinare alla pastorizia. Importanti sono i prati magri secchi, non concimati, su cui si è sviluppata una flora oltremodo ricca (una ventina di specie di orchidee e numerosi altri vegetali assenti nel resto della Svizzera), con un eccezionale valore naturalistico e pertanto protetta. Questi prati possono essere minacciati sia con l’abbandono delle attività agricole, sia con l’intensificazione dello sfruttamento agricolo. Sul Monte Generoso troviamo l’asfodelo e la peonia, che qui raggiungono il loro limite settentrionale.


(foto © M.Clericetti)

Fauna 

La presenza di mammiferi è caratterizzata da un’importante colonia di camosci, reinseriti negli anni ’60, che conta attualmente 250-300 esemplari facilmente osservabili durante le escursioni. Sempre più frequenti sono pure cervi, caprioli e cinghiali. Fra le specie più comuni di mammiferi di piccole-medie dimensioni citiamo la lepre comune, il riccio, la volpe, il tasso e lo scoiattolo. Numerosi sono i micromammiferi fra i quali ricordiamo i pipistrelli, i topiragni, le talpe, topi campagnoli e selvatici, il ghiro e il moscardino.
Sul Monte Generoso sono state osservate finora 131 specie di uccelli: di 83 di queste è documentata la nidificazione.
Le più significative sono il Codirossone, la Coturnice, lo Spioncello, il Rondone maggiore, il Sordone ed il Falco Pellegrino. La comunità presente sul Monte Generoso è particolarmente rappresentativa per l’intera area prealpina e l’elevato gradiente altimetrico aumenta la diversità e la ricchezza. Per questa ragione il comprensorio è stato recentemente inserito nelle aree di particolare importanza europea per gli uccelli.
Anche gli insetti presentano delle specie molto rare, ricordiamo la bellissima farfalla Parnassius apollo. Durante le ultime glaciazioni il Monte Generoso fu un’isola, in mezzo al mare di ghiaccio, che ospitò numerose specie, alcune delle quali si differenziarono da quelle delle zone circostanti, sviluppando persino specie che si trovano solo qui e sono assenti nel resto del mondo: una lumaca, alcune specie di coleotteri e di piccole farfalle.

Curiosità 

Segnaliamo la Grotta dell’orso, localizzata sul versante orientale del Monte Generoso dove è venuto alla luce un importante giacimento di reperti dell’Orso delle caverne (Ursus spelaeus) che viveva sul Generoso fino a 18 / 20’000 anni fa. Questa grotta può essere visitata.