Cerca:

it
Patriziato di Arogno
Patriziato di Castel S.Pietro
Patriziato di Morbio Superiore

Patriziato di Morbio Superiore

Breve istoriato del Patriziato di Morbio Superiore 

I primi cenni di storia del Patriziato di Morbio Superiore risalgono verso la fine del 1400 inizio 1500, come risulta dalla numerosa e interessantissima documentazione custodita nel nostro archivio patriziale. Mentre una volta il Patriziato rivestiva una grande importanza nell’economia rurale del paese, pensiamo per esempio al taglio della legna da ardere e d’opera, la raccolta dei frutti che offre il bosco, il pascolo del bestiame sugli alpeggi ecc., oggigiorno i compiti del Patriziato si sono alquanto ridimensionati e consistono principalmente nella salvaguardia del patrimonio boschivo e nel sostegno delle iniziative socioculturali.

Dall’archivio storico:
Il nuovo archivio patriziale di Morbio Superiore è composto dagli incarti storici di due Enti che hanno amministrato i beni comuni del paese per molti secoli, il “Vicinato” fino al 1803 e il “Patriziato” sino ad oggi. Nei primi decenni dell’Ottocento, il Comune e il Patriziato non erano divisi in due entità ben definite come lo sono oggi, tuttavia, già nel 1807 esistevano due assemblee separate, le cui decisioni erano però registrate sullo stesso verbale. Pur avendo una propria assemblea, il Patriziato era amministrato dal Municipio di Morbio Superiore e i suoi documenti erano conservati con quelli del Comune.
La divisione istituzionale fra il Comune e il Patriziato si realizza nel 1836 con la nomina della prima amministrazione patriziale su ordine dell’allora Consiglio di Stato. A questo punto si separano i documenti (carte e registri) di natura patriziale da quelli di natura comunale.

Il nostro territorio si estende su un’area di ca. 35 ettari, per la maggior parte coperta di boschi e selve castanili che si estende dalla zona di Lattecaldo sino a Magarna sopra Caneggio e ad est fino a San Martino in territorio giurisdizionale di Morbio Superiore.

Attualmente compongono il Patriziato 37 famiglie o fuochi, di cui 15 sono domiciliati nel Comune di Morbio Superiore e i rimanenti 22 fuochi fuori Comune.
Nel passato quadriennio l’impegno del nostro Patriziato si è rivolto in particolare alle seguenti realizzazioni:
- creazione della Biblioteca comunale con un contributo finanziario,
- manutenzione regolare e periodica dei sentieri con il contributo da parte del Comune,
- costruzione e ampliamento del “Sentiero dei sensi” con la collaborazione delle Scuole consortili di Lattecaldo,
- al riordino da parte di specialisti dell’Archivio storico patriziale, che è a disposizione dei richiedenti per poter effettuare delle ricerche storiche. La visione degli incarti storici è possibile previo richiesta scritta all’indirizzo del Patriziato.

Gli organi del Patriziato sono: l’Assemblea patriziale quale organo legislativo che ordinariamente si riunisce due volte all’anno per deliberare; l’Ufficio patriziale quale organo esecutivo. Il tutto è regolato dalla LOP (Legge organica patriziale del 28.04.1992) e dai rispettivi regolamenti di applicazione.


(foto © C.Ceppi)

Instaurazione Ufficio patriziale

Ufficio patriziale 2005-2009

Ceppi Claudio – presidente
Fontana Luciano – vice-presidente
Ceppi Flavio – segretario
Fontana Verena – supplente
Ceppi Paolo - supplente 


Indirizzo postale:
Patriziato di Morbio Superiore
6835 Morbio Superiore

 
Claudio Ceppi Tel: 091 683.36.86
Tel: 091 683.97.66
e-mail: mc.ceppi@valledimuggio.ch
Luciano Fontana  Tel: 091 683.13.45




 

 

 

 

Send Print